Chiamaci 0541 21921

Risparmiare: con la caldaia a biomassa la bolletta scende del 30 per cento

In questo articolo vi illustreremo tutto ciò che c’è da sapere su questa nuova tecnologia. Le innovative caldaie a biomassa che funzionano con i residui di mais, grano e noccioli di olive. L’impianto che parte (per l’intera casa) da 5 mila euro e che ci permette di risparmiare del 30% rispetto a gas e gasolio.

Economico. In italia stiamo sprecando un tesoro importantissimo, le biomasse. Già se pensiamo alle caldaie di casa, le biomasse possono essere utili a risparmiare. L’energia che ne deriva è energia assolutamente pulita.

Questa energia è prodotta dallo scarto di produzioni agricole come mais, grano, fagioli, riso e altro. Ne esistono versioni che sfruttano anche legno macinato oppure compresso (pellet).

Perché queste caldaie sono innovative? Le caldaie a biomassa sono innovative perché producono diversi vantaggi come il risparmio nella gestione e nei costi. Risparmio del rifornimento e soprattutto il minor livello di inquinamento rispetto ai comuni impianti a gas o gasolio.

Non è una bufala, 1 famiglia su 5 infatti, possiede un sistema di riscaldamento a biomasse. I prezzi? I prezzi si aggirano sui 5000 euro di spesa iniziale… un vero investimento!

In effetti l’investimento non è molto basso. L’impianto da 5000 euro possiede una potenza di 20-28 kw ed è in grado di riscaldare un ambiente di grandi dimensioni o un’intera casa.

Nell’utilizzo dell’apparecchio si risparmiano i costi abbattendoli del 30%, quindi alla lunga si andrà non solo a rientrare ma anche a risparmiare. Non dimentichiamoci che l’Italia è il primo produttore nel mondo di legna e pellet.

 

Fonte: Casafan.it